Agenti immobiliari e merceologici

Soppressione del Ruolo Agenti d'Affari in Mediazione

Soppressione del Ruolo Agenti d'Affari in Mediazione

Il 12 maggio 2012 sono entrati in vigore i decreti del Ministero dello Sviluppo Economico 26 ottobre 2011 (pubblicati sulla G.U. n. 10 del 13 gennaio 2012) - attuativi del Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n.59.


Essi prevedono nuove modalità di iscrizione al Registro delle Imprese e al REA, tra gli altri, degli Agenti d'Affari in Mediazione.


Il Ruolo è definitivamente soppresso e sostituito dall’iscrizione delle imprese nel Registro delle Imprese e delle persone fisiche nel REA.



Nulla è innovato per quanto riguarda i REQUISITI richiesti per l'esercizio dell'attività (Legge 39/1989, art. 2, comma 3; Legge 57/2001, art. 18):

  • DI NATURA GENERALE (maggiore età; cittadinanza UE o permesso di soggiorno; residenza o domicilio professionale nella provincia dove si richiede l’iscrizione; possesso dei diritti civili).

  • DI NATURA MORALE (non essere stato dichiarato fallito; non essere stato sottoposto a misure di prevenzione definitive, non essere stato condannato per i reati previsti dalla legge sull’assegno; non essere stato condannato per delitti contro la pubblica amministrazione, l’amministrazione della giustizia, la fede pubblica, l’economia pubblica, l’industria e il commercio; non essere stato condannato per i delitti di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione, emissione di assegni a vuoto; non essere stato condannato per un delitto non colposo diverso da quelli espressamente indicati, per i quali la legge commini la pena della reclusione non inferiore nel minimo a due anni e nel massimo a cinque anni).

  • DI NATURA PROFESSIONALE (diploma di scuola secondaria di secondo grado; frequenza di un corso di formazione specifico presso un Ente riconosciuto, superamento del relativo esame)